You are currently browsing the tag archive for the ‘Jung’ tag.

Andrea Biggio

Leggi il seguito di questo post »

Nel 1949 Carl Gustav Jung scrisse la prefazione dell’edizione inglese dell’I Ching di Richard Wilhelm (il testo integrale è riportato in: I Ching, ed. Adelphi, pag. 15-33). In quell’occasione Jung consultò l’I Ching stesso per avere il suo parere in merito alla bontà di quella operazione editoriale ed ottenne come responso l’esagramma 50, il Crogiolo, che mutava nell’esagramma 35, il Progresso.

Dice Jung: “ho personificato in un certo senso il libro, chiedendogli il suo giudizio sulla sua situazione attuale, cioè sulla mia intenzione di presentarlo alla coscienza occidentale” e, dopo aver analizzato il responso, conclude: “Se un essere umano avesse dato queste risposte, io, come psichiatra, avrei dovuto dichiararlo sano di mente, almeno alla luce del materiale presentato. Non sarei in grado, infatti, di scoprire nulla di delirante, di idiota o di schizofrenico nelle quattro risposte. Data l’estrema antichità e l’origine cinese dell’I Ching, non posso considerare anormale il suo linguaggio arcaico, simbolico e fiorito. Anzi, avrei dovuto congratularmi con questa ipotetica persona per la sua non comune capacità di intuire il mio inespresso stato di disagio.”.

Leggi l’articolo completo…

jung-oriente-mandala1-1

Introduzione al libro “I King”

di C. Gustav Jung

Se il significato de l’I King (detto anche Libro dei Mutamenti) si potesse afferrare con facilità non ci sarebbe bisogno di un’introduzione, ma ciò è ben lungi dall’esser vero, perché il Libro ha destato il sospetto di essere una collezione di antiche formule magiche e di essere quindi troppo astruso per riuscire intelligibile, o di essere privo di valore.

Leggi il seguito di questo post »

Io impiego […] il concetto generale di sincronicità nell’accezione speciale di coincidenza temporale di due o più eventi non legati da un rapporto causale, che hanno uno stesso o un analogo contenuto significativo.
(Jung, C. G., 1976, p. 471)

Leggi l’articolo completo sul sito Albedoimagination…

Carl Gustav Jung

Tra gli studiosi occidentali si è diffusa la tendenza a liquidare quest’opera come una raccolta di “formule magiche”, per alcuni troppo astrusa per essere intelligibile, per altri priva di qualsiasi valore. Per più di trent’anni mi sono interessato all’I Ching, questa tecnica oracolare, o metodo di esplorazione dell’inconscio, perché a me sembrava di non comune importanza. Non è molto facile trovare il giusto accesso a questo monumento del pensiero cinese, così infinitamente diverso dai nostri modi di pensare.

Leggi il seguito di questo post »
divinazione e sincronicità a Roma
Leggi il seguito di questo post »

I Ching di Ernst Bernhard – Una lettura psicologica dell’antico libro divinatorio cinese

Può un libro indicarci la via da seguire?

Esagramma45 La Raccolta 萃 Cui

Necessità di raccogliersi intorno a un centro (un punto di vista, una persona concreta, il Sé, ecc.). O io mi identifico con un’idea superiore e raccolgo gli altri intorno a me (endopsichico) o proietto su una persona e mi raccolgo con altri presso di lei.

Sei all’inizio: Se sei verace ma non fino alla fine, vi è ora scompiglio, ora raccolta. Se chiami basta che tu tenda la mano per poter poi ridere di nuovo. Non rammaricarti. Recarvisi è senza macchia.

Si è disorientati perché nel rivolgersi al guru non si approfondisce perché ci si fa distrarre da punti di vista collettivi e così si diventa esitanti nella decisione. Non dovrebbe succedere. Bisogna di nuovo rivolgersi a un punto di vista superiore.

Leggi il seguito di questo post »

Jung dice che, se vogliamo che le foglie del nostro albero possano toccare il cielo, dobbiamo consentire alle nostre radici di scendere fino all’inferno. È la potenzialità di approfondimento, di calata negli inferi, che ci permette di ascendere in modo sicuramente proporzionale alla discesa. Il nostro inconscio ci condiziona: “un paesaggio invisibile condiziona quello visibile” dice Calvino che amava molto Jung. L’accesso ad un nutrimento profondo, all’acqua della vita, è ciò che ci consente di vedere e coltivare i legami con gli altri: l’acqua che nutre gli abitanti d’Isaura è uguale per ognuno; per Jung oltre ad una parte inconscia personale vi è anche una parte che tutti condividiamo, l’inconscio collettivo, a cui è importante rivolgersi. Nel Libro dei Mutamenti, I Ching (Yi Jing), che Jung ha presentato al mondo occidentale con una magnifica prefazione, vi è un esagramma che racchiude in sei linee tale grande concezione della vita. Si tratta del n° 48 Il Pozzo. 井 JING.

Leggi l’articolo completo: Astrogrammi – 4 | Le Aziende InVisibili

C’è, infine un terzo modo di concepire il tempo: quello che i greci chiamavano kairos. Kairos è il tempo propizio, il momento giusto per fare le cose giuste. In questa nozione qualitativa del tempo non c’è consequenzialità, c’è solo quella particolare composizione di eventi in cui si riflette anche la nostra soggettività (psiche). Indifferenza, calma, piacere, impazienza, irritazione si mescolano agli eventi e compongono immagini emotive capaci di rallentare o accelerare la percezione del tempo.

Questa è anche l’immagine del tempo che emerge dal pensiero orientale dove gli eventi non sono connessi da relazioni temporali di causa ed effetto, bensì da indissolubili legami di significato. Mentre la mentalità occidentale accuratamente separa, pesa, sceglie, classifica, isola, ecc., l’immagine cinese del momento contiene ogni particolare fino al più minuto assurdo dettaglio, perché l’istante è il totale di tutti gli ingredienti, ci ricorda Jung nella sua mirabile prefazione all’I King, nella traduzione di Richard Wilhelm.

Leggi l’articolo completo: Il tempo della vita è slow | Wall Street International Magazine

Sono un amante geloso dell’I Ching e so che questo genere di cose si sviluppa al meglio e si svela in modo naturale solo se non diventa un mero tecnicismo.”
(C.G. Jung, 25 ottobre 1935 – Letters; Vol. 1, Pg. 200-201)

Sorgente: Carl Jung … I’m a jealous lover of the I Ching… | Carl Jung Depth Psychology

Ordina il libro: YI JING (I Ching) – Guida alla consultazione diretta e spontanea del Libro dei Mutamenti

INFO

333.26.90.739
valter.vico@gmail.com

Sottoscrivi il blog e ricevi notifiche di nuovi post via email.

Unisciti ad altri 1.849 follower

Pagine

Categorie

Aggiornamenti Twitter

RSS ViVa Shiatsu, lo Shiatsu a Torino

  • Auto-Shiatsu: emicrania, digestione e stress (lezioni on line)
    Auto-Shiatsu (Self-Shiatsu) Proviamo ad affrontare in modo diverso i problemi che ci tormentano. Torniamo alla tradizione e alla semplicità. Riscopriamo i “rimedi della nonna” e anche quelli degli antenati della remota antichità. Partiamo dal lavoro sul corpo, perché è più facile e immediatamente efficace. Consideriamo la visione energetica, perché è più sem […]
  • Shiatsu arancione: consulenze, corsi e trattamenti
    In zona arancione puoi ricevere i trattamenti Shiatsu a Torino, se risiedi in città o in un comune limitrofo dove il servizio non sia disponibile. Si tratta infatti di un “servizio alla persona” (codice Ateco 96.09.09) importante autorizzato dal DPCM. Leggi gli standard igienici e le misure di sicurezza adottate… I corsi e le consulenze […]
  • Seguimi su Instagram #Shiatsu #IChing #Numerologia
  • #Shiatsu: disabili in buone mani, la mia esperienza
    Una delle esperienze più significative ed importanti nella mia carriera di Operatore Shiatsu è stata quella di trattare persone disabili o con gravi malattie degenerative. Ho iniziato nel 2000 con i neonati lungodegenti (prematuri o con patologie gravi) ricoverati presso il reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Santa Croce di Moncalieri (TO). […]
  • #Shiatsu: anziani in buone mani, la mia esperienza
    La vecchiaia non è una malattia, ma una fase dell’esistenza che può dare grande gioia ed in cui ci si può preparare a lasciar andare poco per volta gli attaccamenti e le preoccupazioni.Personalmente, per molti anni, ho avuto l’opportunità e il privilegio di portare lo Shiatsu alle persone anziane ricoverate in RSA ed osservarne come […]
  • Auto-trattamento #Shiatsu della mano
    La Riflessologia della Mano si integra molto bene con lo Shiatsu e si dimostra particolarmente utile per armonizzare il livello emozionale. L’autotrattamento della mano è molto pratico perché si può effettuare ovunque e non richiede nessun prodotto o attrezzatura particolare. Si può lavorare a secco e senza fare uso di oli o creme, ma potete […]
  • Consulenze e sedute guidate individuali e personalizzate di Auto-Shiatsu e Do-In (anche on-line)
    L’Auto-Shiatsu è un percorso di sviluppo personale, ricerca, scoperta, salute e divertimento attraverso l’auto-trattamento dei meridiani e dei punti, esercizi di respirazione e rilassamento, lo Shiatsu per la famiglia e con gli amici, la visione energetica e i rimedi naturali. Negli ultimi anni anche nelle Discipline Olistiche assistiamo ad una crescente spe […]
  • ANPUKU: autotrattamento #Shiatsu tradizionale dell’addome
    L’Anpuku è il trattamento giapponese tradizionale dell’addome, Hara, che è considerato il centro della vitalità, della volontà e della coscienza. Le moderne ricerche sul sistema nervoso danno ragione alla tradizione orientale e confermano che la zona addominale è la sede di un processo di elaborazione inconscio capace di influire sul nostro modo di pensare e […]
  • #Shiatsu in gravidanza
  • #Shiatsu e disabili
  • #Shiatsu e sport
  • #Shiatsu e stress

Blog Stats

  • 1.133.246 hits
ViVa I Ching: la Mumerologia e l'I Ching (Yi Jing, I King) a Torino
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: