Strawbs e I Ching: Esagramma 56 il Viandante

Gli Strawbs sono stati uno dei più influenti gruppi di progressive rock degli anni ’70.

Il loro leader, Dave Cousin, era un appassionato cultore dell’I Ching. Nel 1971, dopo che il noto tastierista Rick Wakeman aveva abbandonato il gruppo per passare agli Yes, si era rivolto all’oracolo per chiedere consiglio su cosa fosse più opportuno fare. Il responso, oltre ad invogliarlo a proseguire il cammino intrapreso, gli ispirò il testo di Benedictus, il brano iniziale di quello che sarebbe stato poi il loro disco più famoso, Grave New World, album che ripercorre i passaggi fondamentali nella vita di un uomo, pubblicato all’inizio dell’anno successivo.

Continua a leggere “Strawbs e I Ching: Esagramma 56 il Viandante”

“I Ching” di Giorgio Panico, 12 brani ispirati dalla filosofia e dalla matematica del Libro dei Mutamenti

Continua a leggere ““I Ching” di Giorgio Panico, 12 brani ispirati dalla filosofia e dalla matematica del Libro dei Mutamenti”

L’I Ching tradotto in musica

Richard Heufkens ha tradotto in musica la sequenza dei 64 Esagrammi dell’I Ching.

Continua a leggere “L’I Ching tradotto in musica”

Hip Hop “Book of Changes”

Dalla collaborazione fra il rapper Noveliss e il produttore Dixon Hill ha preso forma il concept album Hip Hop ‘Book of Changes’ basato sull’I Ching, il Libro dei Mutamenti.

Buon ascolto.

Continua a leggere “Hip Hop “Book of Changes””

Maler: La Raccolta

La raccolta (Maler) - Wikipedia

“La Raccolta”, la recente compilation del cantautore Maler, è evidentemente ispirata all’Esagramma 45 dell’I Ching di cui, oltre al titolo, riporta in copertina il simbolo, che assomiglia ad una M stilizzata.

Continua a leggere “Maler: La Raccolta”

The Tao of I: 16 brani dedicati agli Esagrammi dell’I Ching

Iona Fortune è un’artista sperimentale che ha intrapreso la colossale impresa di realizzare 64 brani musicali dedicati agli Esagrammi dell’I Ching combinando musica elettronica e strumenti musicali tradizionali cinesi.

Continua a leggere “The Tao of I: 16 brani dedicati agli Esagrammi dell’I Ching”

The Band: “lo sai che credo nel tuo esagramma”

You know I do believe in your hexagram

Continua a leggere “The Band: “lo sai che credo nel tuo esagramma””

La chitarra I Ching di Joni Mitchell

Una chitarra speciale, costruita appositamente per Joni Mitchell nel 1977, riporta sul manico gli 8 Trigrammi dell’I Ching, ordinati secondo la “sequenza del Cielo Anteriore” ☰ ☱ ☲ ☳ ☴ ☵ ☶ ☷, e sulla cassa l’Esagramma ䷷ 56 Il Viandante 旅 Lu, che, secondo l’artista, esprimeva bene l’atmosfera del suo capolavoro Hejira, pubblicato l’anno precedente.

Continua a leggere “La chitarra I Ching di Joni Mitchell”

“Changes”: 64 studi per 6 arpe

James Tenney scrisse “Changes: Sixty-Four Studies for Six Harps” nel 1985 utilizzando un programma in FORTRAN IV per trasporre poeticamente i 64 processi del mutamento, gli esagrammi dell’I Ching, in campi armonici microtonali eseguiti da sei arpe accordate in modo opportuno.

Continua a leggere ““Changes”: 64 studi per 6 arpe”

John Lennon non crede all’I Ching

John Lennon non credeva nell’I Ching (e neppure nei Beatles) ma solo in se stesso. E faceva bene…

Devo però precisare che non c’è alcun motivo di “credere” nell’I Ching: si tratta di uno strumento per potenziare la propria intuizione, per cui lo si usa e se ne valuta la funzionalità. Punto e basta.

Continua a leggere “John Lennon non crede all’I Ching”